Sposa 2015: è l’anno del Boho-chic, parola di Lino Sorrentino

Le novità nel campo della moda non smettono mai di arrivare, star del mondo del cinema e dello spettacolo dettano continuamente le nuove regole di stile che donne di tutto il mondo si affrettano ad emulare. A far tendenza, però, sono i veri hair-stylist, esperti nella cura del capello e al passo con i tempi, sono loro ad interpretare le mode del momento e a farne veri e propri capolavori grazie alla maestria del loro ingegno, della loro fantasia e delle loro mani.

Noi del Giornale di Puglia abbiamo la piacevole fortuna di ricevere periodici consigli in fatto di moda e stile da uno che di acconciature se ne intende e che ormai da anni è al lavoro per far risplendere i volti di vip e spose italiane. Stiamo parlando dell’inconfondibile ed impareggiabile Lino Sorrentino, hair-stylist ormai di chiara fama, che dietro le quinte degli studi Rai e Mediaset e nel suo salone di bellezza di Colleverde (Roma) dà vita a vere opere d’arte lavorando ogni tipo di capello con l’abilità che solo anni di esperienza sanno offrire.

Con l’arrivo di primavera e estate, le calde temperature e il risveglio della natura invitano tante giovani coppie a cogliere l’occasione per compiere il grande passo e coronare la loro romantica storia d’amore col matrimonio. Ogni anno nuove tendenze influenzano lo stile delle spose, ma – come ci svela Lino Sorrentino – questo è l’anno dello stile Boho-chic. Di cosa si tratta? Scopritelo con noi in questa imperdibile intervista.

Lino, parlaci della tendenza Boho-chic, dove nasce?
Boho-chic è uno stile di moda che fonda le proprie radici nel North Kensington, una famosa area di Londra che, a partire dagli anni ’50, è sempre associata all’inconfondibile cultura Bohéme. Influenzato dallo stile Hippy degli anni ’60, questo stile diventò presto il simbolo della libertà, della volontà d’essere come si desiderava, fuori da stereotipi e convenzioni sociali. Qualche anno fa, l’attrice Sienna Miller adottò questo look nel 2004 in occasione del Glastonbury Festival e due anni prima, nel 2002, a sfoggiare il Boho-chic fu la splendida Kate Moss. 

Perchè scegliere questo stile per le spose?
La mia sposa 2015 è Boho-chic, perché ha un’anima bohémien. Si ispira agli anni ’60 e ’70, con acconciature ornate da elementi vintage, come gli intrecci morbidi ma reinterpretati in chiave chic ed eco-friendly, senza mancare in ricercatezza e originalità.
Capelli sciolti che accarezzano le spalle, sapientemente raccolti in morbidi intrecci destrutturati, mai costruiti e vagamente hippy, con accessori che richiamano la natura. Edera e fiori freschi per completare un look giovane, fresco e leggero, ideali per chi sogna nozze eleganti, ma anche divertenti e assolutamente cool. Trovo che il Boho-chic sia perfetto per tutte le aspiranti spose che non amano le cerimonie troppo formali. Questo stile si inserisce alla perfezione in una cerimonia che si svolge in luoghi incontaminati. Penso ad un piacevole scenario bucolico, un casale in campagna con ricevimento all’aria aperta e tra gli ulivi, o ad una spiaggia con grandi ombrelloni bianchi. La location migliore per il Boho-chic è quella incorniciata dalla natura, ricca di addobbi floreali, archi di rose, edere e un ricevimento basato sul cibo sano ed ecosolidale, come ci sta insegnando in queste settimane Expo 2015.

Che make up consigli in abbinamento al Boho-chic?
Per il make up non posso che riportare il parere dell’infallibile make up artist Marina Avella. Marina consiglia un trucco finto naturale, ma in realtà studiato e curato nei minimi dettagli. La pelle del viso e del décolleté dovrà apparire pulita, naturale e liscia come seta. Per conferire intensità allo sguardo delle future spose, Marina opta per sopracciglia curate, ma importanti; ciuffi di extension cigliari e eyeliner infracigliare, inoltre, potranno donare maggiore sensualità e regalità agli occhi della sposa, enfatizzati da palpebre pulite e appena scurite con un ombretto dalle tonalità terracotta.
Una sposa Boho-chic è romantica e femminile, quindi sarebbe preferibile lasciare le sue labbra nude o applicare un gloss fragola, conservandone quindi il look tutto naturale.

di Pierpaolo De Natale